Programma

14/15/16 Luglio 2023

ANTEPRIMA
Venerdì 14 luglio 2023

Mostra personale con la partecipazione dell’artista e aperitivo offerto dal gestore del Borgo. A seguire sarà possibile cenare con l’artista – evento su prenotazione/contattare la struttura.

Luogo: Borgo Lu Puleu INDICAZIONI MAPPA

Nella meravigliosa cornice del Belvedere di Lumbaldu, a circa 500 mt. S. L. M., Musica, Arte e Natura si uniscono – gli Artisti, attraverso la loro performance, daranno spazio alle loro fantasie musicali e pittoriche arricchite dalla magia del tramonto che accenderà l’ensamble d’arte tra le sonorità elettroniche di Zyzou Dj e la creatività di Silvinsthewall.

Luogo: Belvedere di Lumbaldu – Piazzale Chiesa di Sant’anna INDICAZIONI MAPPA

Per cantare la vita, la gioia, l’amore, ma anche gridare il proprio dissenso, è l’essenza della musica: la voce, strumento sublime ed intimo che accompagna e si accompagna alla chitarra. Sul palco si alternano tre coppie di musicisti, anime differenti, provenienti da luoghi diversi, accumunati dalla stessa ardente passione: la musica.

  • ANNA E DIEGO ACOUSTIC DUO
  • SIMONA GRASSO E PAOLO ANESSI JAZZ DUO
  • LOCHE DUO… QUASI TRIO

Luogo: Belvedere di Lumbaldu – Piazzale Chiesa di Sant’anna INDICAZIONI MAPPA

GIORNO 1
Sabato 15 luglio 2023

Evento con posti limitati: per prenotazioni inviare una mail con nome e cognome all’indirizzo deamadrefestival@gmail.com
La disciplina dello Yoga incontra l’esperienza del Bagno Sonoro in un luogo dove l’acqua e la natura sono i protagonisti.
La chitarra acustica, con tecniche ed effetti sonori per potenziare i momenti di tensione e di rilassamento dell’attività yogica, sosterrà la sincronicità tra mente e cuore attraverso l’accordatura a 432 HZ. Tra improvvisazioni e brani musicali si viene a costruire una bolla musicale che tende a cullare chiunque partecipi e si trovi nei dintorni dell’attività.
A seguire colazione a KM0 per tutti i partecipanti.
Evento in partnership con il Comune Bulzi e la Pro Loco di Bulzi.

Luogo: Piscina naturale della Rondine INDICAZIONI MAPPA

Luca Pileri (musicista, educatore e pedagogista musicale) Laboratorio pedagogico musicale per bambini 3-11 anni.

Un’esperienza dove la musica fa da guida verso la scoperta dei suoni della natura. L’obiettivo è di armonizzarsi con essa attraverso la musicalità del gruppo dove ognuno può conoscersi nelle proprie caratteristiche emotive, cognitive, psicomotorie e relazionali. Gli strumenti musicali percussivi e melodici, il corpo attraverso il movimento e la body percussion, la vocalità e i giochi musicali fanno da protagonisti in questo viaggio verso l’ascolto del nostro mondo interiore, il quale è il diapason per comprendere in che direzione agire per una vita serena e in armonia con la natura in cui siamo immersi e di cui siamo parte.

Luogo: Piazzale della Chiesa di Santa Maria de Foras INDICAZIONI MAPPA

“Giacomo, Giacomo” di Giuseppe Pulina (Maxottantotto edizioni, 2023) dialoga con l’autore lo psicoanalista Marcello Tanca.
Giacomo Giacomo: così diciamo, riferendoci alle nostre gambe, quando qualcosa ci emoziona fino a destabilizzarci.
Ed è così che si chiama il protagonista di questo breve romanzo: un nome che, suo malgrado, è la sua cifra distintiva.

Luogo: Circolo Culturale Matteo Peru INDICAZIONI MAPPA

Visite guidate nei siti di maggior pregio archeologico del territorio (Pozzo Sacro, Retablo di san Giorgio e Chiesa di Santa Maria de Foras) a cura della società Sa Rundine.

Luogo: Partenza Piazzale della Chiesa di Santa Maria de Foras INDICAZIONI MAPPA

“Alla ricerca dell’anima. Sulle tracce dei Doria in Sardegna: storia e memoria familiare”(pubblicato ad aprile del 2019) e “I venti del cuore” (pubblicato ad agosto del 2020). Con l’autrice dialogheranno i docenti Monica Marras e Antonello Sechi.
Due romanzi, una protagonista: Alma è una studentessa di origine sardo – brasiliana. Per onorare la memoria di suo padre, decide di scrivere una tesi di laurea sulla Sardegna. La scelta di scrivere proprio nell’isola la catapulterà nel tempo, facendole scoprire il valore dei ricordi familiari. La nonna paterna la aiuterà a compiere questo “ viaggio” tra passato e presente. La storia si snoda in un susseguirsi di emozioni avvolte in un’atmosfera tra sogno e realtà, magia e mistero, anima e vento…
Nel secondo romanzo Continua la storia di Alma, studentessa sardo-brasiliana, iniziata tra le pagine di “Alla ricerca dell’anima. Sulle tracce dei Doria in storia e memoria familiare”. Alma si trova ora in terra brasiliana, alle prese con la discussione della sua tesi di laurea. Il suo rientro sarà segnato da un’inquieta e nostalgica malinconia. Deciderà pertanto di tornare in Sardegna per ritrovare quell’amore fatto di complicità, di sogni e quell’isola che le ha stregato il cuore. Di sicuro questa volta non si farà travolgere dagli eventi, ma sarà lei a scrivere il proprio futuro.
Paola Tola, cagliaritana di nascita con genitori originari di Perfugas, si è laureata in Filosofia ed in Scienze della Formazione a Roma. È insegnante di lettere e di sostegno. Il suo primo romanzo “Alla ricerca dell’anima. Sulle tracce dei Doria in Sardegna: storia e memoria familiare” diventerà un film.

Luogo: Piazzale della Chiesa di Santa Maria de Foras INDICAZIONI MAPPA

Coreografia di Yumiko Yoshioka (una parte della coreografia proviene dallo spettacolo “All Moonshine” di Minako Seki e Yumiko Yoshioka).
è una danza di metamorfosi dove l’oscurità si fonde con la luce. Attraverso la sua trasformazione, l’artista mette in luce i segreti dei nostri corpi. Creature che si nascondono nei nostri ricordi dimenticati ricominciano gioiosamente a vivere. Qualcosa di grottesco eppure stranamente bello cattura la nostra attenzione. Non potremo fare a meno di essere catturati da una strana forza, una fonte di oscurità e luce.

Luogo: Piazzale della Chiesa di Santa Maria de Foras INDICAZIONI MAPPA

In collaborazione con Associazione culturale Chordae e il festival “Orune, terre di confine”

Ambra Pintore: voce
Federico Valenti: chitarre

Il concerto spettacolo di Ambra è un’esplosione di suoni dal mondo dalle ritmiche trascinanti: suggestioni di una world music che affonda le sue radici nelle tradizioni popolari con arrangiamenti moderni e senza etichetta… Il trio in scena, in un raffinato mix di commistioni musicali, esplora la coralità a cappella così come il sound elettronico. La conferma che contraddistingue la ricerca l’artista sarda “spogliata dei luoghi comuni, lontana dalla retorica e dal purismo fine a sé stesso”. Terre del ritorno sono le terre dalle quali siamo costretti ad allontanarci e alle quali non sappiamo quando potremo fare ritorno. Sono i luoghi natali che lasciamo in cerca di fortuna cu nesci arrinesci (perché chi esce riesce recita un detto siciliano) e ai quali speriamo di far ritorno da vincitori. Un’evoluzione significativa per la cantante, autrice anche dei testi e delle musiche del suo secondo lavoro discografico, nel quale ci si immerge in storie che mescolano più lingue: sardo, siciliano, pugliese, piemontese, francese, arabo, inglese, italiano, arabo.

Luogo: Piazzale della Chiesa di Santa Maria del Foras INDICAZIONI MAPPA

GIORNO 2
Domenica 16 luglio 2023

Visite guidate nei siti di maggior pregio archeologico del territorio (Pozzo Sacro, Retablo di san Giorgio e Chiesa di Santa Maria de Foras) a cura della società Sa Rundine.

Luogo: luogo di partenza Piazza Mannu INDICAZIONI MAPPA

In collaborazione con Associazione culturale Chordae. Laboratorio rivolto a tutti
Musica, magia e mistero sono gli ingredienti dell’intrigante laboratorio. Protagonista è il cantautore e chitarrista statunitense Robert Johnson (Hazlehurst, 8 maggio 1911 – Greenwood, 16 agosto 1938). Considerato il padre del blues, è stato anche un artista circondato da un tenebroso alone di leggenda.

Luogo: Biblioteca comunale di Perfugas INDICAZIONI MAPPA

(edizione Marsilio, 2023). L’autore dialogherà con Simone Campus Direttore del GAL Anglona Coros
«Un pensionato malinconico, un frate fin troppo vivace, un’ottantenne fissata con i serial
killer, una ragazzina che si veste dark e sogna di uccidere qualcuno e un libraio sull’orlo del fallimento. È davvero questa la combriccola di investigatori a cui vuoi affidare la tua indagine?»

Luogo: Piazzale della Chiesa di Santa Maria de Foras INDICAZIONI MAPPA

Tappe culinarie e punti sonori – Punti sonori a cura di Sardinia International Guitar Camp.
Luogo: partenza dal Piazzale di Santa Maria de Foras INDICAZIONI MAPPA

in collaborazione con Associazione culturale Chordae;

  • Jimmy Robinson (USA, Blues e Progressive Fingerstyle)
  • Gavino Loche (Contemporary Fingerpicking)
  • Reno Brandoni (Fingerpicking)
  • Mauro Mibelli (Ethnic Fingerstyle)
  • Silvia Porciani (Fingerstyle)
  • Diego Bastianelli (Fingerpicking)
  • Luca Pileri (Fingerstyle)

L’evento si propone di promuovere la chitarra, in particolare la chitarra acustica, in tutti i suoi aspetti e caratteristiche, toccando tutti i generi e gli stili, dal Blues al Rock, al Jazz e all’etnico. Questo strumento, in particolar modo suonato con la tecnica del Fingepicking, ha subito, negli ultimi anni, una straordinaria crescita, sia tecnica che popolare, riscuotendo sempre più interesse da parte del pubblico. Il concerto si articola in quattro momenti distinti, con quattro chitarristi che si alternano sul palco. I quattro musicisti hanno percorsi, caratteristiche tecniche e stilistiche molto differenti tra loro, in modo da fornire all’ascoltatore un programma vario e piacevole, arricchendo il concerto con racconti e aneddoti, coinvolgono il pubblico in questo spettacolo/concerto.

Luogo: Piazzale della Chiesa di Santa Maria de Foras INDICAZIONI MAPPA

Mostra permanente

Visitabili per tutta la durata del Festival

VISITABILI
14/15/16 Luglio 2023

Orario – 9:00/13:00 – 15:00/20:00
Luogo: Circolo Matteo Peru; INDICAZIONI MAPPA

Orario – 10:00/19:00

“Nella prospettiva dell’appartenenza, il materno è uno spazio dove a legittimare l’esistenza e l’identità è quello che ti offrono, che è la matrice e non la conseguenza di ciò che poi offrirai tu.” Michela Murgia.

Cristina Maddalena, pittrice di antiche origini sarde, dipinge la bellezza che il regno femminile della quotidianità, fatto di piccole e fondamentali cose che per loro natura sfuggono, sa produrre sfidando il tempo ed obbligandolo a fermarsi. Mille abili gesti per creare una bellezza eterna, gesti arcaici che appartengono alle ritualità di un popolo semplice eppure misterioso, fatiche di donne silenziose ed altere che con innata grazia hanno saputo e sanno dare vita ai loro sogni.

Luogo: Primo Piano ex Scuola Elementare – Piazza Mannu INDICAZIONI MAPPA

Orario – 10:00/19:00

Cogliere un sogno, una necessità, un desiderio o una certezza in uno scatto è l’impulso che porta Mario Bianchi, fotografo per conoscere, a fotografare l’infotografabile. Mario Bianchi coinvolge i suoi soggetti in una posa vera, in un istante di autentica espressione dove è il pensiero a dare lo sguardo. Dove è il soggetto a dare la fotografia. Mario Bianchi scrive: “Io credo che ogni essere umano consapevole, qualsiasi lavoro svolga, sia preso dall’improvvisa necessità di fermarsi un istante ed estraniandosi, di uscire da se stesso e di osservarsi con un grandangolo capace di mostrare il suo cammino sul mondo, la sua vita in un flash”.

Luogo: Primo Piano ex Scuola Elementare – Piazza Mannu INDICAZIONI MAPPA

Orario – 10:30/12:30 – 15:00/18:00
Luogo: Centro Congressi di Perfugas; INDICAZIONI MAPPA

Chi siamo

Natura – Cultura – Archeologia

PRO LOCO
Dea Madre Festival - Data Zero 2022

Siamo un gruppo di giovani donne all’interno della Pro Loco di Perfugas con l’idea di un festival che riesca ad abbracciare natura, cultura e archeologia.

Si pensava ad un incontro simbolico che facesse parlare le varie anime del paese e del territorio circostante. Così è nato Dea Madre Festival.
MISSION
Che cos'è il Dea Madre festival?

Dea Madre Festival è il festival culturale della e per la comunità. Il progetto è nato dal desiderio dell'Associazione Turistica Pro Loco Perfugas di realizzare un evento capace di mettere in luce le bellezze culturali, archeologiche e paesaggistiche del territorio e creare un movimento di promozione turistica ed esperienziale.

Prospettive

Dea Madre Festival (Natura – Cultura – Archeologia) sarà il Festival di tutta la Comunità: un motore di valori ed energie volte alla valorizzazione del nostro patrimonio culturale-archeologiconaturalistico; un propulsore di sinergia per la rete di imprese, associazioni ed enti; un evento che crescerà di anno in anno, arricchendosi di spunti innovativi apportati dai partecipanti

Dea Madre Festival - Data Zero 2022
STORIES
Cosa abbiamo già fatto

L'Edizione Zero del festival si è svolta il 16 ed il 17 luglio 2022. Ha ospitato un mix di eventi: visite guidate in siti di grande rilevanza archeologica, presentazioni di libri, laboratori per ragazzi, trekking urbano e degustazioni dei prodotti enogastronomici del territorio. Nella meravigliosa cornice della Chiesa di Santa Maria de Foras, ciascuna giornata si è conclusa in musica con la partecipazione di Gavino Loche con Serenella Lunesu (sabato 16 luglio) e Claudia Aru (domenica 17 luglio). Attraverso questa iniziativa si è voluto promuovere il territorio ai viaggiatori e offrire alla comunità degli eventi culturali, capaci di creare coesione sociale e movimento di promozione turistica. Inoltre è nata l’idea di creare una rete di collaborazioni utili, per la valorizzazione e promozione sia del territorio, sia dei prodotti enogastronomici che le imprese del nostro paese producono.

Con l'obiettivo di dare continuità ed organizzare micro eventi che esulino dal periodo estivo, si sono tenute durante l'anno alcune tappe dal titolo “Aspettando Dea Madre Festival”, appuntamenti tra cui presentazioni di libri e passeggiate nella natura alla scoperta naturalistica e botanica del territorio. Un percorso di collaborazioni con le varie istituzioni tra cui la Scuola e le Associazioni locali.

GALLERY

Contatti

Inviaci una mail ai seguenti indirizzi, oppure contattaci al cellulare:​

DEA MADRE FESTIVAL

Evento ideato e promosso da Associazione Turistica Pro Loco Perfugas

Torna in alto